14 Gennaio 2019 – Incontro di Formazione: Introduzione alla sintesi sull’Esortazione Apostolica “Gaudete et exsultate”

Introduzione alla sintesi sull’Esortazione Apostolica “Gaudete et exsultate”
Relazione di Padre Giovanni Sposato O. M.

Nei documenti papali c’è una gerarchia?
Ma cosa vuol dire enciclica e che differenza c’è con una lettera apostolica?
Nell’era della comunicazione “usa e getta”, spesso la gerarchia delle notizie la fanno i mezzi d’informazione o la casualità di Facebook. Per questo conviene andare sempre direttamente alle fonti.
Nei documenti papali c’è una gerarchia.
Eccola, in ordine di importanza:
costituzione apostolica
enciclica
esortazione apostolica
lettera apostolica
messaggio
Alcuni di questi documenti possono essere emessi sotto forma
– di bolla pontifica, cioè con il sigillo del Papa;
– di breve apostolico, per argomenti di minore importanza;
– di motu proprio, quando il Papa emana qualcosa non suggerito dalla Curia romana.
Il nome costituzione apostolica è dato a documenti importanti e solenni, che riguardano la promulgazione di leggi, argomenti rilevanti o un insegnamento definitivo.
Tra gli esempi: la Munificentissimus Deus, con la quale Pio XII proclamò il dogma dell’Assunta, la costituzione dogmatica Lumen gentium del Vaticano II, la Pastor bonus, con la quale Giovanni Paolo II riorganizzò la Curia romana.
L’enciclica è una “lettera circolare” (è il significato del termine), cioè pubblica, rivolta a tutta la Chiesa, a una parte, o a tutti gli esseri umani. Tratta argomenti di rilievo, di carattere dottrinale, morale o sociale. Un esempio è la Pacem in terris di Giovanni XXIII, indirizzata anche a “tutti gli uomini di buona volontà”.
La lettera apostolica è un documento più generico, spesso con un destinatario particolare, ma anche rivolta a tutti i fedeli, come la Novo millennio ineunte di Giovanni Paolo II, emanata al termine del Giubileo del 2000.
L’esortazione apostolica è una delle tipologie di documenti ufficiali redatti dal pontefice della Chiesa cattolica.
In ordine di importanza, si colloca, quindi, al di sotto di:
– costituzione apostolica
– enciclica
ma al di sopra di:
– lettera apostolica
– lettera semplice
– messaggio.
Esortazione apostolica post-sinodale
La esortazione apostolica post-sinodale, o esortazione apostolica postsinodale, è un documento che il Papa elabora a partire dalle Proposizioni che il Sinodo dei vescovi produce come frutto dei suoi lavori. Esistono anche esortazioni apostoliche che non sono frutto dei lavori di un sinodo.

«Gaudete et exsultate, quoniam merces vestra copiosa est in caelis; sic enim persecuti sunt prophetas, qui fuerunt ante vos.»
«Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli. Così infatti perseguitarono i profeti che furono prima di voi.»
(Vangelo secondo Matteo 5,12; citato nell’incipit di Gaudete et exsultate.)

Gaudete et exsultate, in italiano Rallegratevi ed esultate, è la terza esortazione apostolica (prima di questa: Evangelii gaudium e Amoris laetitia) di papa Francesco. Benché porti la data del 19 marzo 2018, solennità di San Giuseppe, il testo è stato reso pubblico solo il 9 aprile successivo.

Contenuto
In quest’esortazione viene affrontato il tema della chiamata alla santità nel mondo contemporaneo. Introduzione L’espressione, che introduce l’esortazione apostolica, fa riferimento al discorso delle Beatitudini, in cui Gesù invita, a rallegrarsi e ad esultare, coloro che per causa sua vengono perseguitati o umiliati. Attraverso queste parole, il Papa vuole rinnovare la chiamata alla santità nella società odierna, con le sue sfide ed opportunità, ma anche con i suoi rischi. Nella sua riflessione, il Pontefice afferma che la santità può essere vissuta in diversi modi e propone l’esempio di Abramo, chiamato a camminare integro dinanzi a Dio. Infine, ricorda che «Il Signore chiede tutto, e quello che offre è la vera vita, la felicità per la quale siamo stati creati. Egli ci vuole santi e non si aspetta che ci accontentiamo di un’esistenza mediocre, annacquata, inconsistente».

Il testo è composto da 177 paragrafi, dei quali 2 sono nell’introduzione e 175 nei 5 capitoli:
Introduzione
1. La chiamata alla santità
2. Due sottili nemici della santità
3. Alla luce del Maestro
4. Alcune caratteristiche della santità nel mondo attuale
5. Combattimento, vigilanza e discernimento

I commenti sono chiusi.