n° 50/ del 5 Luglio 2006

n°50/ del 5 Luglio 2006

di L. Macrì

29 Maggio 2006 -NOVENARIO DI SAN FRANCESCO
“La giornata del T.O.M.”

Il 2 giugno c.a. Sambiase ha festeggiato solennemente la festa patronale in onore a S. Francesco di Paola. In cammino verso il V Centenario della morte di S. Francesco (1507 – 2 aprile2007) “Testimoni di Gesù Risorto, Speranza del Mondo”. Ogni serata del novenario è stata dedicata ad un contenuto specifico (giovani – ammalati – scuola – solidarietà ecc..). Il 29 maggio la giornata è stata la giornata dedicata al Terz’Ordine dei Minimi. Alle ore 16.30 in corteo con le macchine, è stata portata per la prima volta, la reliquia del dito di S. Francesco, nella caserma dei carabinieri e alle abitazioni di via dei Martiri di Nassiriya. Alle ore 19.00 nella chiesa Matrice è stata celebrata la S Messa, animata dal T.O.M. e presieduta da P. Vincenzo Arzente, nella quale c’è stata la professione di tre novizi (Antonio Bernardi, Bruno Raso, Gennaro Palmieri). Nella omelia P. Vincenzo ci ha tenuto a ricordare che il Terziario prima di essere tale è un cristiano, quindi, è un uomo che ha fatto esperienza di Cristo, diventandone suo testimone nel mondo. Egli è un laico che si propone di vivere il vangelo secondo il modello di S. Francesco di Paola, mediante un maggiore impegno nella preghiera e nella carità verso i fratelli con il dovere operoso di annunciare con la propria vita ai fratelli che Dio è amore ed è l’unica felicità cui l’uomo deve aspirare. Anche S. Francesco lo diceva: “Per essere felici si deve guardare con gli occhi di Dio e, vivere il gusto delle cose celesti, bisogna staccarsi dalla materialità di questa vita, difendendo e rigenerando le radici cristiane,dono di Cristo Risorto per noi. Senza Gesù Risorto, speranza del mondo, non ci potrà essere felicità né su questa terra, né nell’eternità. Dopo l’Omelia i nuovi professi insieme a tutti i terziari presenti con una preghiera hanno rinnovato la loro professione. A conclusione della serata nella sala TOM della Parrocchia di S. Francesco, c’è stato un piccolo rinfresco per dare il benvenuto come fratelli nella famiglia di S. Francesco ai nuovi professi.

AUGURI INFINITI AI NUOVI PROFESSI DA PARTE DI TUTTA LA FRATERNITA’

Antonio Bernardi

Bruno Raso

Gennaro Palmieri