Lettera di una Terziaria alla Fraternità

Oggi 29 Giugno 2012, giorno del mio quarantottesimo compleanno, voglio dire grazie ai miei confratelli e consorelle del Terz’ordine dei Minimi, per essermi stati vicino con preghiere, vicinanza fisica e quant’altro, durante il periodo di malattia, iniziato proprio a Giugno dell’anno passato.

E’, anche, grazie a voi se ho potuto superare dei momenti così difficili sia a livello fisico che morale. L’affetto che ho percepito è stata veramente la medicina più efficace, e dal momento che ho la consapevolezza, oggi più che mai, che non è poi così scontato che da un anno all’altro possiamo esserci, ho sentito il desiderio di mandare idealmente un grande abbraccio a tutti voi.

Al Padre Assistente, che è stato sempre attento a seguirmi spiritualmente durante il periodo di degenza un forte, forte abbraccio, è grazie anche a lui che oggi apprezzo di più ogni attimo di vita vissuta. I momenti difficili sicuramente ci saranno ancora ma è bello sapere di esse circondati da una grande famiglia e come cantiamo sempre ………”tutti ad uno ed uno a tutti.”………….

Con affetto Maria Piera

I commenti sono chiusi.