9 gennaio 2009: Visita Pastorale del Vescovo – L’incontro con il T.O.M.

Di seguito riportiamo la Lettera di presentazione che è stata letta durante l’incontro da Tonino Mamertino (Correttore della Fraternità) redatta insieme a Teresa Paonessa (Correttrice Provinciale) e approvata dal Consiglio locale.

Eccellenza Reverendissima, permetta che le dia il benvenuto nella nostra Fraternità, porgendole un affettuoso saluto mio personale e di tutti i confratelli, di cui in questo momento sono Correttore.
Vorrei dare, innanzi tutto, un brevissimo cenno sul TOM.
Il Tom, come lei certamente conosce, fa parte della famiglia dell’Ordine dei Minimi, fondato da San Francesco di Paola.
E’ nostro vanto ricordare che il Tom è stato istituito dal Fondatore, mentre egli era ancora in vita.
Il Terz’ordine dei Minimi, la cui sigla è TOM, è un’associazione ecclesiale pubblica, con propria finalità spirituale, ascetica e apostolica e con norme di vita proprie.
I suoi membri s’impegnano a tendere alla perfezione cristiana nella carità vivendo il Vangelo, nel proprio stato di vita, umile e penitente del Fondatore.
I mezzi con i quali il TOM si propone di raggiungere il suo fine, sono quelli indicati dal Vangelo, e dal Fondatore nella Regola e nelle Costituzioni e Direttorio:
1) Intensa vita spirituale, scandita dalla regola che si fonda sulla penitenza, umiltà, carità, sull’assidua pratica sacramentale, sulla costante preghiera. Tutto ciò gli da la forza necessaria a costruirsi uno stile di vita sobrio e moderato, fuggendo lo spirito consumistico e arrivista del mondo, nel quale egli sceglie di vivere come straniero e pellegrino.
2) L’apostolato che è esercitato nei luoghi della vita quotidiana(lavoro, famiglia, società) e nelle comunità parrocchiali in cui il Tom è inserito, da singolo o insieme alla fraternità di cui fa parte seguendo lo stile d’accoglienza del Fondatore e la sua compassione verso gli ultimi.
3)Una formazione permanente e particolare( Studio personale, convegni incontri assemblee catechesi, ecc.)
La nascita del TOM risale al 1501, quando San Francesco appoggiando l’insistente richiesta di vivere la Spiritualità Minima da parte di alcuni laici, nel proprio ambiente familiare stabilì loro alcune regole da seguire.
Inizialmente i terziari vissero il loro ideale in forma comunitaria, in seguito prevalse la forma carismatica vissuta singolarmente da ognuno nella propria famiglia.
Il Tom si presenta oggi a tutti gli uomini con un duplice scopo:
1) realizzare la propria persona attraverso una vita cristiana coerente con il proprio battesimo e nella fedeltà al carisma penitenziale dell’ordine dei Minimi.
Il terziario costruisce così una spiritualità che esprime il Primato di Dio e che indica la via della conversione e della liberazione dal peccato.
2) Rivitalizzare la realtà sociale nella quale si trova a vivere attraverso la testimonianza della propria fede, stimolando verso i valori evangelici, attuando un aspetto essenziale del Carisma qual è la Carità verso i fratelli con l’impegno operoso.
La Fraternità del TOM di Sambiase,nasce nel 1939(quest’anno ricorre il 70° Anniversario), per volere di un sacerdote Don Pasquale Caputo, il Tom precede quindi il ritorno dei Padri che avverrà nel 1955.
E’ una fraternità numerosa, composta da oltre 300 confratelli, molti sono gli ammalati e anziani, nostra forza per la costante offerta di preghiera per tutti noi. La presenza agli incontri è buona, anche se potremmo fare di più.
La Fraternità ha un suo Consiglio, eletto ogni tre anni, costituito da me Presidente, da Vincenti Rita Delegata alla Formazione,da Mercuri Elisabetta Segretario-Vice Presidente, da Gisella Leone Delegato Stampa e da Macrì Lidia delegata Economo, parte importante della Fraternità e del Consiglio è il Padre Assistente, Padre Ivano Scalise.
Il TOM di Sambiase come è già successo in passato, ha l’onore di avere l’ attuale Presidente Provinciale, la consorella Paonessa Teresa, della nostra stessa Fraternità.
Non possiamo non riconoscere che stiamo attraversando un periodo di stasi, un momento di rilassamento, che forse tutta la chiesa sta attraversando, ma non stiamo certo aspettando che passi, ci interroghiamo continuamente cosa fare per far rinascere in ogni confratello la necessità di ripensare alla propria vocazione.
Passo importante fatto dal Tom nel corso degli ultimi vent’anni il graduale passaggio dalla Devozione alla Vocazione, che non è solo un cambio di termini, ma la consapevolezza di essere dei chiamati dei prescelti e da questo deriva una grande responsabilità verso tutta la chiesa.
Questo passaggio ha portato anche delle crisi in alcuni di noi,che abituati ad una certa vita di fraternità si sono trovati a dover fare dei cambiamenti non facili da accettare.

A tal proposito, colgo l’occasione per esprimere il pensiero del Territorio locale di Sambiase, riguardo allo stretto legame che questa Comunità ha con le tradizioni popolari, risorse importanti, culturali e religiose, che unisce ogni Comunità.
Qualsiasi territorio locale si valorizza se si recupera questa ricchezza, indispensabile, soprattutto per legare il presente col passato aperti al futuro.
Per poter far capire veramente se la chiamata avuta è veramente tale, curiamo chi chiede di entrare nel TOM con un itinerario di preparazione di sei mesi per gli aspiranti e di un anno per i novizi.
Il Tom da sempre collabora nelle attività pastorali della nostra Parrocchia; condividendo lo stesso carisma del Primo Ordine, è sempre al fianco dei Padri in ogni iniziativa.
Da un anno stiamo curando la formazione di alcuni aspiranti e novizi a Decollatura con la speranza che presto possa nascere una nuova Fraternità nella nostra diocesi.
Ritenendo importante la nuova comunicazione attraverso internet abbiamo già da qualche anno un sito: www.tomsambiase.it, curato da due nostri confratelli, Maione Candida e Ruberto Francesco, e pubblica il Notiziario mensile on line del Consiglio Provinciale TOM.
Poter affermare i principi evangelici prima e l’essere terziario dopo, ci fa sentire persone scomode e ci porta a sentici isolati, ma d’altro canto questo è quello che ci viene chiesto, andare contro corrente, predicare ma soprattutto praticare il Vangelo, attraverso la testimonianza, cioè, trasformare in concreto quello che apprendiamo negli incontri di formazione.
La nostra Fraternità si riunisce ogni lunedì del mese:
1° lunedì: Regola del TOM; 2° lunedì: Programma del Consiglio Nazionale; 3° lunedì: Catechismo della Chiesa Cattolica; 4° lunedì: Incontro di Preghiera.
San Francesco di Paola nostro Padre Fondatore guidi sostenga e incoraggi i nostri buoni propositi.
Un Saluto Fraterno
In Cristo e in San Francesco

Lamezia Terme 09/01/2009
II Venerdì- La Mortificazione di San Francesco-
“Fate frutti degni di conversione” (Mt 3, 8)
Il Presidente
Tonino Mamertino

I commenti sono chiusi.